giovedì 2 aprile 2015

Brownies Veg


Sembrerà poco credibile o forse decisamente assurdo che io mi metta a preparare dolci vegani ma, quando ti tolgono più o meno qualsiasi forma di grasso, la scelta diventa quasi obbligata. A quel punto cerchiamo almeno di rendere la cosa piacevole ;)
Se questa ricetta ha convinto me credo possa convincere più o meno tutti; vi assicuro che ho sfornato una quantità di dolci immangiabili che sarebbe bastata per tutti i vegani d'Italia (se solo fossero stati buoni ovviamente)! Poi finalmente l'epifania, la ricetta perfetta per vivere al meglio le colazioni di questi mesi sotto regime
Ve la scrivo subito perché so che da qualche parte, un povero umano privato di latticini e uova, si sta struggendo davanti agli irraggiungibili dolci pasquali...proprio come me :P

BROWNIES AL CIOCCOLATO ricetta dal libro "Divento Vegano" di Sue Quinn con qualche modifica 

150g farina integrale
100g farina di riso
280g zucchero di canna grezzo
90g cacao amaro
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di sale
250ml latte di mandorle
250ml olio di semi di girasole spremuto a freddo
120ml yogurt di soia non zuccherato

Setacciare farine, cacao e lievito; aggiungere zucchero e sale. In un'altra ciotola sbattere il latte di mandorle con l'olio e lo yogurt. Versare lentamente il composto liquido negli ingredienti secchi mescolando fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Versare in una teglia di 20cm e cuocere a 180°per 35 minuti.
Una volta fredda servire a quadrotti ^_^

ps: il colore chiaro che vedete nella parte superiore è un caramello al burro di arachidi che, seguendo la ricetta originale, andrebbe messo sia tra uno strato e l'altro che sopra. Io la preferisco senza ma se proprio volete prepararlo, lo trovate in quello splendido libro.
Ah, la glassa è puramente decorativa ;)



Se non sapete più come fare ad affrontare la vita "senza", provate questi brownies e vi prometto che vi sembrerà tutto più sopportabile. Se poi lo fate per scelta apprezzerete ancora di più, o almeno spero!
Io continuo con le sperimentazioni e chissà che ne venga fuori qualcosa di buono. Ovviamente se ho scritto delle eresie insultatemi pure, devo ancora ambientarmi :)
Ora scappo...

Buona Pasqua!!!

venerdì 20 febbraio 2015

Batate e Quinoa


Cosa succede se i giorni scappano? Succede che nemmeno ci si accorge che questo è un nuovo anno, che ci sono nuove ricerche da fare, nuovi progetti su cui lavorare e tanti cassetti da aprire (quelli dei sogni ovviamente). Poi arriva la sveglia, gli occhi decidono di aprirsi e si è pronti a partire. A quel punto non credo che il ritardo sia importante, quello che conta è decidere che sarà una partenza in quarta! 
E allora VIA 

Inizio con una corsa mattutina che profuma di nebbia.
Inizio con il solito sorriso e una granola fatta in casa.
Inizio con un'agenda morbida, di quelle che devono imparare ad adattarsi e una matita argentata per i momenti bui.
Inizio con una certa idea di ordine che renderà il mio caos più abitabile.
Inizio con un progetto sicuramente più grande di me che mi fa sorridere e probabilmente mi farà sbattere contro un grosso muro di realtà cementata.
Inizio con un paradenti, che magari una piccola parte di me riuscirà a salvarsi...e se dovessi annegare vi prego, lanciatemi una ciambella (di quelle con la glassa rosa) ;)

Dimenticavo, inizio anche con una ricetta dai mille colori perché le sfumature sono le migliori (non quelle di grigio,sia chiaro).



Perché le patate? Perché sono il cibo perfetto per le coccole e per affrontare la partenza. Sono eclettiche, morbide, gentili e si prendono il loro tempo. Le patate non hanno fretta e la cosa mi da un gran sollievo.
Questa volta ho comprato quelle dolci, che quasi ti ci nasconderesti nel loro ripieno ovattato.
Ma ora basta con questa parentesi delirante, sarà meglio che vi lasci la ricetta.

BATATE CON QUINOA, CECI E FETA x2
2 batate (4 se sono piccole)
80g quinoa bianca e rossa
80g di ceci precotti 
2 cipollotti
feta
semi misti (io ho usato girasole, zucca, sesamo e lino)
germogli misti
1 mazzetto di prezzemolo
olio evo
pepe
curcuma

Lavate le batate e bucatele con uno stuzzicadenti. Infornatele a 200° e cuocete fino a quando risulteranno morbide.
Nel frattempo cuocete la quinoa seguendo le indicazioni sulla confezione. Tagliate i cipollotti e cuoceteli in padella con due cucchiai di olio evo e 1 cucchiaino di curcuma. Aggiungete i ceci e fate insaporire per qualche minuto, aggiustate di sale e pepe e togliete dal fuoco. Mescolate i ceci con la quinoa, i semi misti, i germogli e la feta sbriciolata.
Tagliate le batate, apritele leggermente facendo attenzione a non romperle e riempite con la quinoa.
Servite con prezzemolo fresco e un filo di olio evo.



Buon fine settimana!!!!!!!!!!


p.s.: scusate per le foto, potevo impegnarmi di più ma avevo davvero fame :P